Shilajit- conquistatore di montagne distruttore di debolezza

Lo Shilajit, chiamato anche il pece minerale, è il risultato di un lungo processo di abbattimento della materia vegetale e dei minerali. È una sostanza appiccicosa, nera, simile al catrame che proviene dalle rocce delle alte catene montuose dalle montagne Himalaya in Tibet. Shilajit è un super-alimento ricco di minerali, contenente aminoacidi, vitamine, oligoelementi e oltre 85 minerali in forma ionica naturale. I minerali ionici sono più facilmente trasportati e assorbiti nel tratto digestivo perché sono “caricati” e richiedono meno energia per il loro immediato esaurimento e utilizzo.

Gli acidi fulvici sono anche la fonte più ricca di elettroliti, aiutano a chelare i minerali metallici e li trasmutano in forme biodisponibili, aiutano con il trasporto e l’assorbimento di vitamine e minerali, catalizzano l’attività enzimatica e aiutano drammaticamente a neutralizzare le sostanze radioattive all’interno del corpo e a catalizzare la rottura ed eliminazione di diserbanti e pesticidi.

Il contenuto di minerali in Shilajit si trova principalmente in due costituenti vegetali chiamati acidi umici e fulvici. Questi due ingredienti sono naturalmente presenti nel terreno che non è stato sovraccaricato di sostanze nutritive a causa della sovra-coltura del suolo. I testi antichi si riferiscono allo shilajit come “l’elisir della vita sempreverde“.

Nel tradizionale sistema di medicina indiano, l’Ayurveda, lo Shilajit è considerato un’erba Rasayana (ringiovanimento), nonché un adattogeno o un’erba naturale che aumenta la naturale resistenza del corpo allo stress.

 

shilajit rock

È ancora tradizionalmente usato oggi nella medicina ayurvedica come un potente super cibo ricco di antiossidanti per le sue qualità disintossicanti, rinforzanti e rivitalizzanti. Sebbene non sia tecnicamente una “erba”, è classificata tra le migliori erbe ayurvediche come “rasayana” o tonico anti-stress regolante immunitario. Viene anche chiamato “yoga vahi”, che si riferisce alla sua capacità di migliorare gli effetti delle altre erbe usate con esso nei trattamenti terapeutici (sinergico).

È quindi comunemente preparato con altri tonici come Shatavari, Mucuna, Amla berry, Ashwagandha e molti altri. Conosciamo due traduzioni sanscrite della parola che significa “roccia invincibile” e “conquistatore di montagne e distruttore di debolezza”, entrambe le quali indicano ulteriormente le influenze positive per la salute a lungo termine.

La capacità dell’acido fulvico di trasformare minerali inorganici inutilizzabili in minerali organici utilizzabili è il bellissimo processo alchemico della natura che opera all’interno della matrice di questa meravigliosa e mistica molecola. A causa della sua capacità di disintossicare e ripristinare l’equilibrio elettrochimico, il corpo di una persona è in uno stato migliore da assorbire e utilizzare energia prana / energia cosmica / sorgente. Il corpo fisico diventa una lavagna più pulita e più energica affinché l’energia spirituale fluisca attraverso di noi. Shilajit contiene una media di acido fulvico del 40-60% e può essere un ottimo modo per ricostituire la carenza di minerali.
L’acido fulvico e altri acidi umici contengono una quantità di sostanze nutritive che migliorano la salute dell’intestino, tra cui: tracce di minerali, elettroliti, acidi grassi, silice (che stimola la sintesi del collagene).
È un prebiotico. Un prebiotico è una fibra vegetale specializzata che nutre beneficamente i batteri buoni già nell’intestino crasso o nei due punti. Mentre i probiotici introducono buoni batteri nell’intestino, i prebiotici fungono da fertilizzante per i batteri buoni che sono già presenti. Aiutano i batteri buoni a crescere, migliorando il rapporto tra batteri buoni e cattivi. Questo rapporto ha dimostrato di avere una correlazione diretta con la salute e il benessere generale, dallo stomaco al cervello.

 

Questo sito Web non deve essere utilizzato come sostituto per consigli medici, diagnosi o trattamento di qualsiasi condizione o problema di salute. Gli utenti di questo sito Web non dovrebbero fare affidamento sulle informazioni fornite su questo sito Web per i propri problemi di salute. Qualsiasi domanda riguardante la propria salute dovrebbe essere indirizzata al proprio medico o ad altri operatori sanitari.

 

Artemisia annua

Conosciuta anche come dolce assenzio, annie dolce, dolce sagewort, artemisia annuale o assenzio annuale, è un tipo comune di assenzio originario dell’Asia temperata, ma naturalizzato in molti paesi, comprese le parti sparse del Nord America. L’Artemisia annua è una piccola pianta erbacea che è sempre stata ampiamente utilizzata per le sue proprietà antimicrobiche, antimalariche e antiossidanti e che, negli ultimi anni, si è rivelata molto utile come coadiuvante nelle terapie antitumorali. Sarebbe in grado di distruggere il 98% delle cellule tumorali in pochissime ore.

L’elemento costitutivo Thujone in questo integratore a base di erbe è stato studiato come antiossidante. L’estratto di artemisinina dall’erba ha anche proprietà restitutive per le condizioni febbrili e viene utilizzato per rafforzare il supporto del sistema immunitario. L’Artemisia annua viene anche utilizzata nella medicina tradizionale cinese e nella medicina occidentale per i disturbi del sistema riproduttivo.

È stata ribattezzata “erba magica” per il suo presunto “potere”. Per sostenere l’efficacia dei trattamenti basati su questa erba della medicina tradizionale cinese, sono principalmente alcuni medici dell’Università della California che, hanno condotto studi che “dimostrano che l’artemisina ferma il fattore di trascrizione E2F1” e interviene nella distruzione delle cellule tumorali polmonari , il che significa che controlla la crescita e la riproduzione delle cellule tumorali.

La composizione fitochimica di Artemisia annua è stata rivista in modo dettagliato da Bhakuni et al. I composti più rilevanti sono i sesquiterpenoidi (ad esempio l’artemisinina), i triterpenoidi, i flavonoidi (flavonoidi polimetossilati), i cromosomi1 e i componenti dell’olio essenziale.

Per cosa viene utilizzata l’Artemisinina?
Trattamento per il cancro al seno e polmoni
Febbre
Mal di testa
infezioni
Perdita di appetito
Infertilità
Infiammazione
Malaria

291c16d1baf30646498a59f52ac5d8751919731939.jpg

Gli studi suggeriscono che l’Artemisinina induce l’apoptosi e l’arresto del ciclo cellulare dei promastigoti Leishmani donovani. Ha effetti antiproliferativi sulle cellule di carcinoma midollare della tiroide e induce l’apoptosi in cellule di cancro ai polmoni. In un altro studio, ha inibito significativamente la crescita e la proliferazione cellulare.

https://www.scribd.com/document/293158169/ARTEMISIA-ANNUA-studi-e-posologia-pdf

Le informazioni qui presentate sono solo a scopo informativo, di riferimento e educativo e non devono essere interpretate come un sostituto per la diagnosi e il trattamento da parte di un operatore sanitario. Anche se le informazioni qui presentate si basano su materiale fornito da ricercatori e fonti ritenute affidabili, non presumiamo di fornire consulenza medica.