BLUSHWOOD BERRY hylandia dockrilli

 

Hylandia dockdrilli, commonly known as Blushwood berry, grows in a small area of the Australian rainforest. Scientists have identified that the Blushwood berry has exceptional properties and its main component, EBC-46, may have priority in repairing the immune system and mutated cells, via holistic treatment.cymera_20181113_202141776208.jpg

In recent years, the chemicals contained in the seed of the Blushwood fruit have been heavily researched. While research with animals and humans have yielded very impressive results, there is still a little way to go before more commercial products are offered widely. As a result, the naturally occurring Blushwood tree has seen an increase in demand from Australian locals and farmers who wish to grow and harvest the plant in anticipation of its increased commercial demand in the near future.

The EBC-46 compound in the fruit of the tree, appears to exhibit anti-proliferative activity and shows apoptosis, which is a controlled form of cell demolition or programmed cell death. EBC-46 is a regulator of protein kinase C that causes a local inflammatory reaction that recruits the body’s neutrophils (white blood cells) to attack the tumor. It shows to start apoptosis of mutated cells.

While the holistic treatment of degenerative diseases with combinations of herbs is highly beneficial, our daily diet is highly essential. An abundant amount of fresh, raw, organic fruit and vegetable juice should be consumed every day. In this way, the body is equipped with a super dose of enzymes, minerals and nutrients.


Studies carried out here:

https://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0108887

This product contains Blushwood seed extract.

Blushwood berry tincture

https://holotropicherbs.com/product/blushwood-berry-ebc-46-tincture-50-ml-hylandia-dockrilli-all-natural-tincture-herb-tincture-herbal-tincture-herbal-extract-miron-violet-glass/

The information presented here is for informational, reference and educational purposes only and should not be interpreted as a substitute for diagnosis and treatment by a health care professional. Although, the information presented herein is based on material provided by researchers and sources deemed reliable, we do not presume to give medical advice. Please do your own research.

Kalawalla or Polypodium leucotomos

Kalawalla or Polypodium leucotomos, is a fern plant native to Honduras. It grows exclusively in Honduran jungles on the palms in symbiosis. Through special techniques, Organic Hope has been able to cultivate it and grow it under specially controlled conditions. The leaves in the wild can grow up to three feet in length.

The ancient Maya used the Polypodium leucotomos (Kalawalla) as part of their daily diet in the form of tea as a blood purifier. They have attributed healing properties to the drink and until today the drink is still popular in the Honduran tradition.

Kalawalla helps to balance your immune system. A true solution to autoimmune disorders is to modulate (not suppress) the activity of T-cell relationships to normal balance without side effects. Immune modulation has the advantage that, in contrast to immune suppression, very few side effects can be observed from regulating the immune system to normal.

It also offers the advantage over symptomatic drugs because the symptoms reverse themselves after the immune system has reached the right balance, and this is done by treating the root of the problem, not just the symptoms.
Immune System Balancer (Modulator)

Blood purifier.

Protects brain cells (Neuroprottetivo)

Protects skin cells

Reduces inflammation (anti-inflammatory)

Relieves the symptoms of desquamation, accumulation of scratch, irritation, redness, itching, reduces mucus.

It protects cells and prevents damage to DNA and fights free radicals.
Powerful antioxidant effects.

Regular help CD4 / CD8 ratio normal values Helps preserve myelin sheath function

Promotes skin defenses against harmful UV rays

It increases the excessive growth of the skin cells and the thickening of the skin

Protective effects of the peptide against sun-induced skin damage.

 

Kalawalla has many clinical studies with MS, lupus, psoriasis, vitiligo and other autoimmune disorders, showing a high degree of success and very few side effects. It even has an OTC status in the European Union, which means that doctors actually prescribe Kalawalla for these disorders. We also know exactly how Kalawalla works because of Harvard Medical School Trials that explains how Kalawalla modulates T cells and its usefulness in auto-aggressive and inflammatory conditions.
Kalawalla has many clinical studies and has been shown to balance your immune system. A true solution to autoimmune disorders is to modulate (not suppress) the immune system. It also offers the advantage over symptomatic drugs because the symptoms reverse themselves after the immune system has reached the right balance, and this is done by treating the root of the problem, not just the symptoms.

This Web site is not to be used as a substitute for medical advice, diagnosis or treatment of any health condition or problem. Users of this Web site should not rely on information provided on this Web site for their own health problems. Any questions regarding your own health should be addressed to your own physician or other healthcare provider.<br>

 

KALAWALLA Polypodium leucotomos

Kalawalla o Polypodium leucotomos, è una pianta di felce originaria dell’Honduras. Cresce esclusivamente in giungle honduregne sulle palme in simbiosi. Attraverso tecniche speciali, Organic Hope è stata in grado di coltivarla e coltivarla in condizioni appositamente controllate. Le foglie in natura possono crescere fino a tre piedi di lunghezza.

Gli antichi Maya usavano il Polypodium leucotomos (Kalawalla) come parte della loro dieta quotidiana sotto forma di tè come purificatore del sangue. Hanno attribuito proprietà curative alla bevanda e fino ad oggi la bevanda è ancora popolare nella tradizione honduregna.

cymera_20181123_172429713977524.jpg

Kalawalla aiuta a bilanciare il tuo sistema immunitario. Una vera soluzione ai disturbi autoimmuni è quella di modulare (non sopprimere) l’attività dei rapporti delle cellule T al normale equilibrio senza effetti collaterali. La modulazione immunitaria ha il vantaggio che, contrariamente alla soppressione immunitaria, si possono osservare pochissimi effetti collaterali dalla regolazione del sistema immunitario alla normalità.

Offre anche il vantaggio rispetto ai farmaci sintomatici in quanto i sintomi si invertono da soli dopo che il sistema immunitario ha raggiunto il giusto equilibrio, e questo viene fatto trattando la radice del problema, e non solo i sintomi.

    • Sistema immunitario Bilanciatore (Modulatore)
    • Purificatore del sangue.
    • Protegge le cellule cerebrali (Neuroprottetivo)

Protegge le cellule della pelle

  • Riduce l’infiammazione (anti-infiammatoria)
  • Allevia i sintomi della desquamazione, accumulo di scalfittura, irritazione, arrossamento, prurito, riduce muco.
    • Protegge le cellule e previene i danni al DNA e combatte radicali liberi.

Effetti antiossidanti potenti.

  • Aiuti a regolare Rapporto CD4 / CD8 a valori normali Aiuta a preservare la funzione guaina della mielina
  • Promuove le difese della pelle contro i raggi UV dannosi
  • Aumenta la crescita eccessiva delle cellule della pelle e l’ispessimento della pelle
  • Effetti protettivi del peptide contro i danni alla pelle indotti dal sole

Kalawalla ha molti studi clinici con la SM, il lupus, la psoriasi, la vitiligine e altri disordini autoimmuni, mostrando un alto grado di successo e pochissimi effetti collaterali. Ha persino uno status di OTC nell’Unione europea, il che significa che i medici prescrivono effettivamente Kalawalla per questi disturbi. Sappiamo anche esattamente come funziona Kalawalla a causa di Trials della Harvard Medical School che spiega come Kalawalla modula le cellule T e la sua utilità in condizioni auto aggressive e infiammatorie.

Kalawalla ha molti studi clinici e ha dimostrato di bilanciare il tuo sistema immunitario. Una vera soluzione ai disordini autoimmuni è quella di modulare (non sopprimere) il sistema immunitario. Offre anche il vantaggio rispetto ai farmaci sintomatici in quanto i sintomi si invertono da soli dopo che il sistema immunitario ha raggiunto il giusto equilibrio, e questo viene fatto trattando la radice del problema, e non solo i sintomi.

Questo sito Web non deve essere utilizzato come sostituto per consigli medici, diagnosi o trattamento di qualsiasi condizione o problema di salute. Gli utenti di questo sito Web non dovrebbero fare affidamento sulle informazioni fornite su questo sito Web per i propri problemi di salute. Qualsiasi domanda riguardante la propria salute dovrebbe essere indirizzata al proprio medico o ad altri operatori sanitari.

 

Mucuna pruriens

Che cosa è Mucuna pruriens?

Mucuna Pruriens è un arbusto rampicante appartenente alla famiglia delle Fabaceae, proprio come i fagioli e altri legumi in generale. Identificato con il nome scientifico Mucuna pruriens, cresce spontaneamente nelle regioni dell’Africa tropicale e dell’Asia meridionale, in particolare in India, dalle pendici dell’Himalaya allo Sri Lanka e nelle aree caraibiche al Sud America. I semi di Mucuna utilizzati da più di 3000 anni nella medicina ayurvedica sono tornati in pista grazie agli studi della comunità scientifica. Nell’antichità era usato per trattare i morsi di serpente (applicati esternamente formando una pasta), i disturbi intestinali, i problemi sessuali, i disturbi del sistema nervoso, l’artrite e l’umore malinconico. Per le importanti proprietà medicinali e le pressanti richieste industriali, Mucuna pruriens è ancora ampiamente coltivata per scopi commerciali. È ricco di proteine, acidi grassi essenziali (vitamina F) ed è molto digeribile. Oggi la ricerca scientifica ha confermato usi tradizionali e riconosce che tutte le parti di Mucuna pruriens possiedono preziose proprietà medicinali che sono state studiate in vari campi a partire dalle sue proprietà antidiabetiche, afrodisiache, anti-neoplastiche, antiepilettiche, analgesiche, antinfiammatorie e anti-microbica.

Ciò che rende unica Mucuna Pruriens è il suo alto contenuto di L-DoPA, un ormone precursore del neurotrasmettitore dopamina, che riduce notevolmente i tremori e gli spasmi di alcune malattie neurodegenerative come il Parkinson, così tanto da essere usato per questo scopo per migliaia di anni da Medicina indiana.

Benefici di Mucuna pruriens

1. Migliora il sistema endocrino. Pesticidi e cosmetici contengono sostanze nocive nel cibo e interferiscono con gli ormoni causando gravi danni: negli uomini c’è un ingrossamento del seno e un deterioramento degli ormoni androgeni con conseguenze sulla sessualità, peggioramento dell’umore e perdita di capelli (ossidazione del testosterone); nelle donne c’è una maturazione prematura, amenorrea, dolore mestruale e problemi di fertilità. Mucuna prurienspuò aiutare a risolvere questi disturbi bilanciando il sistema ormonale. Nella medicina ayurvedica veniva usato per aumentare il numero di spermatozoi e potere maschile negli uomini e per risolvere i problemi sessuali delle donne. Inoltre, con il rafforzamento del sistema endocrino, troveremo più energia, entusiasmo e vitalità.
2. Parkinson. La malattia di Parkinson è parzialmente caratterizzata dalla diminuzione della produzione di dopamina nel cervello, un neurotrasmettitore che è molto importante per il suo funzionamento. Poiché Mucuna pruriens influenza positivamente i livelli di dopamina, è stata per anni terapia ayurvedica per il trattamento dei sintomi del Parkinson. Ricerche preliminari indicano che la forma naturale di L-DoPA contenuta in Mucuna pruriens fornisce risultati equivalenti o addirittura migliori rispetto alla levodopa sintetica e senza gli effetti collaterali comuni di nausea, vomito e convulsioni muscolari sintetiche. In realtà, la L-Dopa è un precursore della dopamina.

3. Meditazione e sogni giocosi. Mucuna pruriens contiene particolari molecole naturali come 5-HTP, serotonina e DMT che aiutano a calmare la mente e stimolare i sogni lucidi vividi.
4. Protegge e rafforza il cervello. La Mucuna pruriens ha una significativa azione antiossidante che funziona in tandem con la levodopa per promuovere la salute del cervello.

5. Stress e relax. La tradizione ayurvedica usa Mucuna pruriens per promuovere positivamente la salute mentale e la risposta allo stress. Uno studio su 120 uomini che hanno sofferto di stress psicologico ha riferito che l’integrazione con Mucuna pruriens ha ridotto significativamente lo stress. Va notato che molti dei soggetti dello studio avevano anche problemi di fertilità e la supplementazione ha anche dimostrato di promuovere la qualità dello sperma e il numero di spermatozoi. I ricercatori hanno anche concluso che Mucuna pruriens riattiva il sistema di difesa antiossidante, un meccanismo biologico essenziale necessario per mantenere l’omeostasi all’interno del corpo.

6. Le facoltà intellettuali. Mucuna pruriens ha una ricca storia di utilizzo per la promozione della salute mentale. La ricerca attuale supporta la sua applicazione tradizionale e dimostra che migliora le funzioni cerebrali, aumenta la concentrazione e le prestazioni intellettuali. Così bello per gli studenti e coloro che fanno affari in cui è richiesto il pensiero razionale.

7. Diabete Secondo diversi studi, i semi della Mucuna pruriens utilizzati a una dose di 500 mg per chilogrammo di peso sono in grado di ridurre i livelli di glucosio nel sangue. Questi e altri dati hanno dimostrato le sue proprietà anti-diabetiche probabilmente a causa del suo contenuto di d-chiro-inositolo e galacto-derivato.

sleeping-beauty-image

8. Insonnia e depressione. La presenza di serotonina e L-DoPA migliora il ciclo del sonno e il ciclo di veglia favorendo sonno profondo e rilassamento. Inoltre, una deficienza di dopamina può essere la causa di disturbi depressivi, quindi la Mucuna pruriens che stimola la produzione di dopamina è anche utile per migliorare l’umore.

9. Ringiovanente. I radicali liberi che hanno uno o più elettroni scaricati vengono prodotti durante il metabolismo cellulare normale e patologico, ma sono prodotti in misura molto maggiore a causa di stress, tossine e invecchiamento. Gli antiossidanti proteggono dai danni causati dai radicali liberi ai tessuti, alle proteine e allo stesso DNA. L’intera pianta di Mucuna pruriens contiene grandi quantità di composti fenolici e glutatione che esibiscono un’elevata attività antiossidante di eliminazione dei radicali liberi.

10. Pelle. La nostra pelle è uno degli obiettivi principali che viene attaccato dalle radiazioni UV, dall’inquinamento delle città, dal fumo di sigaretta, dallo stress e dall’intolleranza alimentare. Vari disturbi della pelle, come la psoriasi, la dermatite e l’eczema, sono legati ad un aumento dello stress ossidativo e alla produzione di radicali liberi. Recenti studi preliminari hanno dimostrato che l’applicazione topica di Mucuna pruriens può essere utile per migliorare molte condizioni della pelle.

Le parti più utilizzate per la fitoterapia sono i semi di Mucuna pruriens, anche se le foglie hanno mostrato interessanti proprietà antiossidanti. Effetti neuroprotettivi e trattamento

I semi maturi di muco contengono l’aminoacido L-DoPA (L-3,4-diidrossifenilalanina) a concentrazioni del 3,1-6,1%; Vi è anche la presenza di glutatione, lecitina, acido gallico, glicosidi, nicotina, serotonina, inibitori della proteasi, sitosteroli e un olio viscoso marrone scuro. La generosa presenza dell’amminoacido catecolico L-DoPA ha attirato l’attenzione dei ricercatori, da una parte, per utilizzare i semi di Mucuna pruriens per la produzione industriale di L-DoPA, e dall’altra per studiare la sua efficacia terapeutica come alternativa naturale ai farmaci anti-parkinson tradizionali.

images

L-DoPA è il precursore del neurotrasmettitore della dopamina, che svolge un ruolo importante in molti processi fisiologici regolando l’umore, il comportamento sessuale, gli impulsi e il movimento. Per questo motivo, L-DoPA è usato dalla medicina ufficiale nel trattamento delle malattie da carenza di dopamina, come il morbo di Parkinson e in stati depressivi di entità minore.
Mucuna Puriensè raccomandato dai testi ayurvedici e dalla medicina tradizionale per curare la disfunzione erettile e il povero appetito sessuale di natura psicogena, il morso di serpenti velenosi, il diabete ei disordini nervosi paragonabili alla malattia oggi conosciuta come morbo di Parkinson. Supplementi o tinture di Mucuna pruriens, che non possono legalmente vantare proprietà terapeutiche nel trattamento del morbo di Parkinson, hanno una leva commerciale sul ruolo della dopamina nel corpo umano attribuendo al prodotto. Le proprietà anti-Parkinson di Mucuna Pruriens sono state confermate da numerosi studi clinici. In uno di questi studi, l’effetto anti-Parkinson di due singole dosi di 15 e 30 grammi di estratti di semi di Mucuna Pruriens, standardizzati in L-DoPA (contenenti rispettivamente 500 e 1000 mg di L-DoPA, equivalenti a 100 e 200 mg di L-DoPA in presenza di un inibitore della decarbossilasi) sono stati confrontati con una dose da 200/50 mg di L-DoPA / Carbi-Dopa. Gli autori concludono che il rapido inizio degli effetti terapeutici, la maggiore durata dell’azione e la significativa riduzione dell’effetto collaterale della discinesia suggeriscono che Mucuna Pruriens può anche offrire benefici terapeutici superiori rispetto ai tradizionali farmaci L-dopa nella gestione a lungo termine di Morbo di Parkinson. Diversi studi suggeriscono che la tollerabilità degli estratti di semi di Mucuna può essere migliore dei preparati farmacologici a base di L-dopa, come evidenziato dall’assenza o comunque del minore – dell’effetto collaterale comune riferito alla discinesia.

Mucuna Pruriens alla luce di recenti studi e esperimenti scientifici.

Benefici e vantaggi dei principi attivi

Effetti antidiabetici, antinfiammatori, antimicrobici, neuroprotettivi e antiossidanti dei prestigiosi principi di Mucuna Pruriens
Contenuto di dopamina, naturalmente presente in Mucuna Pruriens
Effetti neuroprotettivi e trattamento della malattia di Parkinson dei principi attivi
Effetti antiossidanti, anti-radicali, neuroprotettivi e adiuvanti nei problemi di infertilità maschile dei principi attivi
Effetti antidepressivi della dopamina, attivi naturalmente presenti in mucuna
Effetti antistress e problemi di infertilità maschile dei principi attivi
Effetti antidiabetici e miglioramento della fertilità maschile
Effetti protettivi contro il veleno Cobra
Effetti antidiabetici

Controindicazioni

Mucuna pruriens è generalmente sicuro e non mostra alcun effetto collaterale. Tuttavia, dovrebbe essere evitato da coloro che assumono farmaci per il diabete e ipertensione arteriosa. Dovrebbe anche essere evitato da coloro che soffrono di melanoma, ulcera peptica e disturbi del fegato. Non ci sono studi speciali durante la gravidanza o l’allattamento per confermare la vostra sicurezza, quindi consultate il vostro medico.

Le informazioni contenute in questo sito non sono intese o implicite come sostitutive di consulenza medica, diagnosi o trattamento professionale. Tutti i contenuti, inclusi testo, grafica, immagini e informazioni, contenuti o disponibili attraverso questo sito Web sono a solo scopo informativo.

Puoi aquistarlo qui:

https://www.amazon.it/Tintura-di-Mucuna-Pruriens-50ml/dp/B07KPJ215M/ref=sr_1_20?ie=UTF8&qid=1542899810&sr=8-20&keywords=mucuna+pruriens

cropped-7520dedcbc894d1e85f7056329e155bb4.jpg

visita il nostro sito a holotropicherbs.com

Bacco di Blushwood

cymera_20181113_202141776208.jpg

Hylandia dockdrilli, conosciuto in una piccola area della foresta pluviale Australiana, comunemente noto come bacca di Blushwood. Gli scienziati hanno identificato che nelle bacche dell’albero hanno proprietà eccezionali e il suo componente principale EBC-46 può avere la priorità nel riparare il sistema immunitario e le cellule danneggiate dal DNA nel prossimo futuro dei trattamenti olistici.

Negli ultimi anni, le sostanze chimiche contenute nel seme del frutto di Blushwood sono state pesantemente ricercate. Mentre gli esperimenti con gli animali hanno dato risultati molto impressionanti, c’è ancora poca strada da fare prima che i prodotti commerciali siano offerti.

cymera_20181113_202311475097835.jpg

Di conseguenza, l’albero di Blushwood presente in natura ha registrato un aumento della domanda da parte di locali e agricoltori Australiani che desiderano coltivare e raccogliere l’impianto in previsione della sua maggiore domanda commerciale in futuro.

Il composto EBC-46 nel frutto dell’arbusto che sembra esibire attività anti-proliferative e mostra l’apoptosi, che è una forma controllata di demolizione cellulare o morte cellulare programmata. EBC-46 è un regolatore della proteina chinasi C che provoca una reazione infiammatoria locale che recluta i neutrofili del corpo (globuli bianchi) per attaccare il tumore. Avvia l’apoptosi delle cellule tumorali.

Mentre il trattamento di malattie degenerative con combinazioni di erbe è benefico, la nostra dieta quotidiana è fondamentale. Un’abbondante quantità di succo di frutta e verdura fresca, cruda, biologica dovrebbe essere consumata ogni giorno. In questo modo, il corpo è dotato di una super dose di enzimi, minerali e sostanze nutritive.

 

 

 

 

Questo prodotto contiene l’estratto del seme Blushwood.

 

https://holotropicherbs.com/product/blushwood-berry-ebc-46-tincture-50-ml-hylandia-dockrilli-all-natural-tincture-herb-tincture-herbal-tincture-herbal-extract-miron-violet-glass/

Studi effettuate qui:

https://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0108887



Questo sito Web non deve essere utilizzato come sostituto per consigli medici, diagnosi o trattamento di qualsiasi condizione o problema di salute. Gli utenti di questo sito Web non dovrebbero fare affidamento sulle informazioni fornite su questo sito Web per i propri problemi di salute. Qualsiasi domanda riguardante la propria salute dovrebbe essere indirizzata al proprio medico o ad altri operatori sanitari.

Sacred Frankincense

Did you know that the Boswellia sacra trees have been harvested for the past 5,000 years? Frankincense Oil is extracted from the gum or resin from Frankincense or Bosewellia sacra tree. It has even been found in the remains of ancient Egyptian and Anglo-Saxon civilizations.
Frankincense is native to North Africa and the Arabian Peninsula and has been cultivated and traded for at least 5000 years. It is mentioned several times in the Jewish Talmud and the Christian Bible as it was used in some of their sacred rituals and still is in some Orthodox traditions. Frankincense was also used ceremonially as an incense and/or offering by ancient Pagans in Persia, Babylonia, Egypt, Greece and Rome.
The trees start producing resin when they are about 8 to 10 years old.
The resin is extracted by making a small, shallow incision on the trunk or branches of the tree or by removing a portion of the crust of it. The resin is drained as a milky substance that coagulates in contact with air and is collected by hand.

8fdb731788bcd502c69841ecd7dc1f14490628633.jpg

It can be used in tonics to ensure good digestion and clear skin. Frankincense used internally should be clear and free of dark impurities.
Research trials are proving it’s a vital treatment for:
Brain, Breast, Colon, Pancreas, Prostate and Stomach cancer.
Sacred Frankincense (Boswellia sacra) inhibits the faulty signaling and cell cycle regulation that is thought to cause the development of cancer in the first place. It causes cancer cell death without harming healthy cells. Cancer starts when the DNA code within the cell’s nucleus becomes corrupted. It seems frankincense has a re-set function. It can tell the cell what the right DNA code should be.

35698c20ef74c05682e3b3f7826f5076543579362.jpg

According to researchers out of Baylor University Medical Center in Dallas, the potential cancer-killing effects of frankincense are due in part to its ability to influence your genes to promote healing. Baylor cancer scientists emphasize that this potency makes Boswellia sacra a viable candidate for both cancer prevention and treatment.

Tinctures are concentrated liquid extracts of herbs/roots/resins/fungi, extracted with organic grain clear alcohol, which is the most effective way to get the beneficial properties of medicinal herbs into your bloodstream, via sublingually or topically.

Our Boswellia sacra tincture 50 ml, is created with pure Frankincense resin and is extracted from the tree resin in organic grain vodka. content: 50 ml All of our herbal extracts and tinctures are handcrafted using time honored methods.

http://www.tandfonline.com/doi/abs/10.4161/cbt.19604

This Web site is not to be used as a substitute for medical advice, diagnosis or treatment of any health condition or problem. Users of this Web site should not rely on information provided on this Web site for their own health problems. Any questions regarding your own health should be addressed to your own physician or other healthcare provider.

Dandelion root

82f89d61ebe6b2ee67a4ce157bab08dd1141260545.jpg

Dandelion root [Taraxacum]
Is a large genus of flowering plants in the family Asteraceae which consists of species commonly known as dandelion. They are native to Eurasia and North America
They are native to Eurasia and North America, but the two commonplace species worldwide, T. officinale and T. erythrospermum, were imports from Europe that now propagate as wildflowers. Both species are edible in their entirety.
Dandelions are found on all continents and have been gathered for food and medicine since prehistory.
The common name dandelion from French dent-de-lion, meaning “lion’s tooth”) is given to members of the genus. Like other members of the Asteraceae family, they have very small flowers collected together into a composite flower head. Each single flower in a head is called a floret. Many Dandelion species produce seeds asexually by apomixis, where the seeds are produced without pollination, resulting in offspring that are genetically identical to the parent plant.
Dandelions are thought to have evolved about 30 million years ago in Eurasia. They have been used by humans for food and as medicinal herb for much recorded history.
Dandelion leaves contain abundant vitamins and minerals, especially vitamins A, C, and K, and are good sources of calcium, potassium, iron, and manganese and phytonutrients.

How does Dandelion root work?

Historically, dandelion was prized for a variety of medicinal properties, and it contains a number of pharmacologically active compounds. Dandelion is used as a herbal remedy in Europe, North America, and China. It has been used in herbal medicine to treat infections, bile and liver problems,and as a diuretic.
Dandelion, long speculated to have antioxidant activity and hepatoprotective properties, Dandelion contains chemicals whose biological activities are actively being explored for roles in human health. In particular, evidence suggests that dandelion contains antioxidant and redness-resistant compounds is one such plant.

Antioxidants: Every part of the dandelion plant is rich in antioxidants and phytonutrients that prevent free-radical damage to cells and DNA, slowing down the aging process in our cells. It is rich in vitamin C and vitamin A as beta-carotene and increases the liver’s production of superoxide dismutase. It is also a diuretic, dandelion increases urination which then lowers blood pressure. The fiber and potassium in dandelion also help regulate blood pressure.

Researchers believe this suggests dandelion could protect against oxidative stress related to certain circulatory disorders. Research results showed that dandelion positively affected antioxidant enzyme activities and lipid profiles. Studies also show that dandelion boosts immune function and fights off microbes and fungi.

The information presented here is for informational, reference and educational purposes only and should not be interpreted as a substitute for diagnosis and treatment by a health care professional. Although, the information presented herein is based on material provided by researchers and sources deemed reliable, we do not presume to give medical advice.

Artemisia annua

Artemisia annua also known as sweet wormwood, sweet annie, sweet sagewort, annual mugwort or annual wormwood, is a common type of wormwood native to temperate Asia, but naturalized in many countries including scattered parts of North America. Artemisia annua is a small herbaceous plant that has always been widely used for its antimicrobial, antimalarial and antioxidant properties and which, in recent years, has proved to be very useful as an adjuvant in anticancer therapies. It would be able to destroy 98% of the cancer cells in a very few hours.

85b8efd4ce5cc28e99ce2b9a29bd5d631107788735.jpg

The constituent element Thujone in this herbal supplement is being studied as an antioxidant. The Artemisinin extract from the herb also has restorative properties for febrile conditions and is used to boost immune system support. Artemisia annua is also used in traditional Chinese medicine and western medicine for reproductive system disorders.

094f72b1cb010a4f0360908a7f34290b1481670602.jpg

It has been renamed “magic herb” because of its alleged “power”. To support the effectiveness of treatments based on this herb of Traditional Chinese Medicine, are mainly some doctors of the University of California who, have conducted studies that “show that artemisin stops the transcription factor ‘E2F1’ and intervenes in the destruction of lung cancer cells, which means that it controls the growth and reproduction of cancer cells.

The phytochemical composition of Artemisia annua has been reviewed in great detail by Bhakuni et al. The most relevant compounds are sesquiterpenoids (ex. artemisinin), triterpenoids, flavonoids (polymethoxylated flavonoids), chromenes1 and essential oil components.

291c16d1baf30646498a59f52ac5d8751919731939.jpg

What is Artemisinin used for?
Cancer treatment
Fever
Headaches
Infections
Infertility
Inflammation
Malaria

Studies suggest that Artemisinin induces apoptosis and cell cycle arrest of Leishmani donovani promastigotes. It has antiproliferative effects on medullary thyroid carcinoma cells, and induces apoptosis in a lung cancer cells. In another study, it significantly inhibited cell growth and proliferation.

artemisia1604852287.jpg

The information presented here is for informational, reference and educational purposes only and should not be interpreted as a substitute for diagnosis and treatment by a health care professional. Although, the information presented herein is based on material provided by researchers and sources deemed reliable, we do not presume to give medical advice.

MAGICAL DRAGONS BLOOD

There are several types of Dragons blood trees.
A great degree of confusion exists till today in regards to the source and identity of dragon’s blood and its uses.
Both Croton lechieri and Dracaena cinnabari are still often marketed today as “Dragon’s Blood”, with little or no distinction being made between the two tree sources.
The most commonly used Dragons blood are: Dracaena Cinnabari and Croton Lechieri. (Socotra tree) or Dragon Tree, is native to the Socotra archipelago in the Indian Ocean. The Dragons Blood tree trunk or branch is cut or scarred which produces red sap that resembles blood.
In ancient texts, Dragon’s Blood (Dracaena cinnabari) was used as ink as well as a variety of other uses as pigment for dye, jewelry, pottery, varnish, incense and spiritual practices. Voyagers to the Canary Islands in the 15th century obtained dragon’s blood as dried garnet-red drops (resin) from Dracaena Cinnabari (aka Dracaena draco), this tree is native to the Canary Islands, Morocco and the Mediterranean Basin.

The sap is then processed into a resin that was believed to harness high frequencies and mystical powers. This resin was traded to ancient Europe via the incense road.
According to legend, the Dragon Blood trees from the island of Socotra have grown out from the blood of a dragon which was injured in a fight. As the dragon took to the skies tempting to fly to safety, his blood spread all over the island. Dragons have been a part of mythology and legend for thousands of years. In the mythology of various parts of the world they represent celestial and terrestrial power, wisdom and strength. Dragons are mystical, majestic creatures that are very confident, passionate and powerful.

The scent of this enchanted oil is exquisite, exotic and mysterious. Floral yet powerful. It’s an earthy and confident fragrance that embodies the personality of a mythical creature and the beauty of a timeless unique tree. A little Dragon’s Blood goes a long way! It is used topically as an oil or perfume oil. Dragon’s Blood magical properties are: increased power, elevating frequencies, purifying, protection, personal strength, prosperity. Also recommended to boost other incense blends.

If you have purchased any of our products, you definitely have experienced the heavenly fragrance of this oil emanating from your package!

Follow link here for Dragons blood fragance oil!

Dragons Blood oil, Dracaena Cinnabari, magic oil, Maximum Protection, Potent Power, fragrance perfume, seductive, sensual, Curse Removal

○●○●○●○●○●○●○●○●○●○●○●○●○●○

Croton lechleri

Croton lechleri

This tree grows in the Amazon Rain forest, the latex tree sap is harvested. Croton Lechieri, also called Sangre de Drago (the name may be literally translated as “blood of the dragon” as well as the more familiar “dragon’s blood.”) is a different dragons blood. The red latex sap of the Croton Lechieri tree has wound-healing and antioxidant properties, and has been used for centuries by native people. Used externally, Dragons blood ( Croton Lechieri) is renowned for its use on skin and is commonly referred to as a liquid bandage. Drops are applied as needed to cover the affected area and allowed to dry with or without a physical bandage. This genus of dragons blood tree ( Croton Lechieri) has also been used by indigenous healers of the Amazon for centuries for internal medicinal uses.

The sap is a rich, complex source of phytochemicals including alkaloids and procyanidins (condensed tannins). Internally, it is an important remedy for gastro-intestinal issues.

Skin regeneration
Respiratory health
supports lining in the digestive tract
Reduces inflammation
Helps heal all types of scars, even acne
Helps gums and oral health.
Anti aging/natural face lift.

Dragon's Blood, Raw Authentic, Croton lechleri, sangre de drago, sensitive skin, wound seal, anti aging, anti wrinkle, acne treatment,

This information is not intended or implied to be a substitute for professional and medical advice, diagnosis or treatment.

Oro Colloidale – la medicina della frequenza divina

L’oro colloidale (au +) è una sospensione colloidale di particelle d’oro di dimensioni sub-micrometriche in un fluido, solitamente acqua. Il liquido assume un intenso colore rosso rubino. L’oro colloidale è puro oro 24k in una forma biodisponibile, agisce direttamente sulle cellule, stimola l’organismo, rafforza il sistema immunitario, riequilibra tutti gli organi e aiuta le neuropatiche stancanti a trasformarsi in autostrade super cariche.

periodic-table-of-elements-gold-au-serge-averbukh1784930634.jpg

L’oro colloidale è un minerale traccia che agisce direttamente sulle cellule facilitando e riequilibrando le loro funzioni. Nello specifico, migliora l’assorbimento di elementi molto importanti per il corpo come magnesio, ossigeno, fosforo, vitamine A, vitamine B, vitamina D e vitamina E.

Ma come si ottiene questo meraviglioso rimedio?

Per produrre oro colloidale, le particelle d’oro (anche argento, rame o platino) vengono ridotte in particelle di dimensioni nano, quindi diventano elettromagneticamente cariche e sospese nell’acqua. Attraverso questo processo, l’oro diventa biodisponibile, cioè assimilabile per il nostro corpo, a cui offre molti vantaggi.

300px-gold_nanoparticle_zeta-potential210700046.png

Come funziona l’oro colloidale?

L’oro colloidale può essere assimilato dall’organismo proprio perché le particelle d’oro diventano molto piccole e possono quindi agire direttamente sul metabolismo cellulare. L’oro colloidale è insapore e il suo colore dipende dalla concentrazione e dalla dimensione delle particelle d’oro. Qualsiasi colore diverso dal rosso rubino indica che le particelle d’oro non sono particelle di dimensioni nano, ma più grandi. Dopo l’ingestione il maggiore assorbimento del prodotto avviene nell’intestino tenue, da lì passa direttamente nel flusso sanguigno, circolando in tutto il corpo.

Oro colloidale: un singolo supplemento, molte proprietà.

I benefici per la nostra salute sono davvero molti, poiché l’oro è in grado di riattivare e bilanciare le principali funzioni fisiologiche.

Promuove i più alti potenziali di mente / corpo complesso e coscienza superiore.

Ecco una lista dei più importanti vantaggi dell’oro colloidale:

Dà immediatamente una sensazione di benessere generale

Stimola la vitalità e dà energia

Preso regolarmente e per lunghi periodi aumenta la longevità

Ha effetti antidepressivi e contrasta l’ansia e la tristezza e promuove l’ottimismo.

Rafforza il sistema immunitario

Rilassa i muscoli e allevia le articolazioni.

Aggiunto alle creme per il viso o il corpo, purifica e rende la pelle più elastica.

Migliora la digestione.

Migliora la circolazione sanguigna

Migliora il sistema linfatico

Funzioni cognitive e concentrazione e malattia mentale

Armonizzazione cerebrale sinistra / destra

Maggiore chiarezza mentale, concentrazione, consapevolezza dei pensieri, conservazione della memoria, prontezza

Aumento del tasso di guarigione

Aiuta a sognare e promuove il sonno profondo

Aumenta in forza

Allevia R.A., dolore articolare, anti infiammatorio

Aiuta ad aumentare il tuo QI

Equilibra i chakra, aumenta la chiaroveggenza, l’intuizione

Aumenta la comunicazione a tutti i livelli tra sinapsi e circuiti cerebrali

realizzazioni spontanee, potenziale risveglio e manifestazione di un essere soprannaturale divino

promuove riflessi più veloci.

aiuta ad aumentare la libido.

0df969bb03e53235807b52b288c64a511206985301.jpg

Gli antichi egizi prendevano oro sotto forma di elisir che gli alchimisti crearono per curare le malattie di base.

Conosciuta fin dall’antichità, la sintesi dell’oro colloidale era originariamente utilizzata per produrre non solo occhiali colorati. La conoscenza scientifica dell’oro colloidale inizia nel 1850 con il lavoro di Michael Faraday. Le nanoparticelle d’oro sono oggetto di intense ricerche per le loro proprietà di riconoscimento ottico, elettronico e molecolare. Le possibili applicazioni spaziano in vari campi, come l’elettronica, la nanotecnologia e la sintesi di nuovi materiali con proprietà uniche. L’oro collodiale viene prodotto attraverso un processo elettrico unico (elettrolisi), che crea l’omogeneità necessaria nel nostro corpo.
I composti dell’oro sono stati usati per il trattamento dell’artrite reumatoide e di altre malattie autoimmuni per più di 75 anni, ma fino ad ora, il modo in cui i metalli funzionano è stato un mistero. I ricercatori della Harvard Medical School riportano nel numero del 27 febbraio di Nature Chemical Biology che speciali forme di oro, platino e altre classi di metalli medicinali funzionano strappando batteri e particelle virali dalla stretta di una proteina del sistema immunitario chiave.

L’oro è un conduttore elettrico che stimola il cervello, costituito da impulsi elettrici. Promuove la conduttività extra nel corpo. L’oro collodiale contiene colloidi d’oro al 100%. Realizzato solo con l’oro 24k raffinato più puro.

chervonnoe-zoloto-foto-1024x683-300x200789279342.jpg

Tuttavia, la dieta e la nutrizione sono fondamentali ed essenziali per la nostra salute in primis, quindi usare oro collodiale (e altri oligoelementi) è molto utile. Dopo che un sistema ha pulito o svuotato, allora ha consigliato di iniziare l’oro collodiale.

http://ORO COLLOIDALE https://www.amazon.it/dp/B07KP5R576/ref=cm_sw_r_cp_apa_i_dbdtDbPE8D4QP

Queste informazioni non sono intese o implicite come sostitutive di consulenza, diagnosi o trattamento medico. Fate le vostre ricerche.
%d bloggers like this: